CAGLIARI, VENERDÌ 31 OTTOBRE 2014 | NOTIZIARIO DELL'ASSOCIAZIONE CRESIA

Le nostre rubriche

I nostri archivi

 

 

ENZO BIANCHI: TRA MATRIMONIO INDISSOLUBILE E MISERICORDIA

I temi affrontati dal Sinodo appena terminato hanno creato non pochi contrasti in seno ai vescovi, in cui sono emerse obiezioni e critiche per le “aperture” introdotte da papa Francesco in tema, ad esempio, di omosessualità e dell’accesso ai sacramenti dei divorziati. Tutto questo ha visto moltiplicarsi i “nemici del papa”: persone che non si limitano solo a criticarlo con rispetto, come avveniva con Benedetto XVI e Giovanni Paolo II, ma si spingono fino a disprezzarlo. Un vescovo è giunto a dichiarare ai suoi preti che l’esortazione apostolica Evangelii gaudium “avrebbe potuto scriverla un campesino”, esprimendo quindi un giudizio di disprezzo che denota certamente arroganza e villania, ma, al contrario, così commenta il priore di Bose in quest’articolo, non fa altro che ammettere, profeticamente, che quella lettera è leggibile e comprensibile anche da un povero e semplice cristiano della periferia del mondo.   

di ENZO BIANCHI - 23/10/2014

 

LA VALLE: COMPITO DEL SINODO È STATO DARE SPAZIO AL SOGNO DI DIO

Ricordare che “Dio non è il Dio della legge, ma è il Dio delle sorprese” è stato il messaggio che papa Francesco ha rivolto ai partecipanti al Sinodo, perché non si costruissero “nuovi piedistalli alla legge, ma s’operasse una svolta per realizzare il sogno di Dio”. Per Raniero La Valle (il giornalista ed intellettuale cattolico che è stato uno degli animatori della grande stagione giovannea del Vaticano II) c’è stata una prima svolta e sono state superate almeno due soglie: la prima è. stata nel mutamento della percezione di che cosa sia il “deposito” che la Chiesa deve custodire e promuovere. Se prima il deposito era inteso come un insieme di dottrine, derivate da Dio, ora il deposito è inteso come le persone amate da Dio. La seconda è stata il seguito della prima: di nessuno si è parlato come di persone prive di valore o escluse dalla comunione o giacenti in una condizione di vita di peccato, di disordine “oggettivo”, ma di tutti si è parlato con comprensione ed amore. Il vero problema della Chiesa d’oggi è dunque quello di non sciupare “il sogno di Dio”, perché il porre sulla gente dei carichi insopportabili non pare essere compatibile – commenta La Valle – con una dottrina cristiana fondata sull’amore. Benché non sia facile intendere come il Sinodo finirà l’anno prossimo, il grande coraggio e la straordinaria forza carismatica di questo papa fanno ben sperare perché s’avveri il sogno di Dio.

di RANIERO LA VALLE - 21/10/2014

 

Ultimi Appuntamenti

14/10/2014 dalle 18:30 - SALONE EX ARTISTICO PIAZZA DETTORI CAGLIARI
RIPRENDE LA CATECHESI BIBLICA DI DON MARIO:

Martedì 14 ottobre alle 18,30, sempre nel salone dell'ex Artistico in piazzetta Dettori, don Mario Cugusi riprene i suoi incontri di catechesi biblica, tanto seguiti da numerosissimi fedeli ed amici. Il tema di questo ciclo sarà il libro del Nuovo Testamento"Gli Atti degli Apostoli" Gli incontri avranno cadenza quindicinale, sempre di martedì, stesso orario e stessa sede..


.

Vedi tutti

Statuto

Leggi lo Statuto di Cresia Completo

Iscriviti a Cresia

Sono aperte le iscrizioni a Cresia.
Clicca qui per iscriverti.

Redazione e Contatti

AUTORIZZAZIONE TRIBUNALE DI CAGLIARI N. 27 DEL 16.12.2010 Editrice: Associazione Cresia
Via San Tommaso d'Aquino,16
09134 Cagliari
Responsabile: Paolo Fadda


Direttore Responsabile:
Bachisio Bandinu
Email: redazione@cresia.info